Sei in: Offerte > Fascino Andaluso in paradores - Self Drive

Fascino Andaluso in paradores - Self Drive

Dove: Spagna

Durata: 12 giorni / 11 notti

Trattamento: Pernottamento e Prima Colazione

Partecipanti: minimo 2

Partenze: dal 01/03/2022 al 20/10/2022

 

Un itinerario insolito nel fascino Andaluso, con pernottamenti in strutture di sharme ed in località rurali che sono fuori dai soliti circuiti turistici, per farvi toccare con mano la bellezza di questa Regione.
Partenze: individuali tutti i giorni

Noleggio auto incluso e validità dal  01 Mazo al 31 Ottobre 2022

1° GIORNO - ITALIA / MALAGA
Arrivo all’aeroporto di Malaga e ritiro dell’auto noleggiata. Trasferimento libero per la sistemazione al Parador Nacional di Malaga Gibralfaro (o similare). Se il tempo che avete a disposizione ve lo permette, vi suggeriamo di cominciare a scoprire questa allegra città, luogo di nascita del celeberrimo Pablo Picasso - da non perdere la visita al museo a lui dedicato - dove vi suggeriamo di non perdere l’opportunità di ammirare il Castello di Gibralfaro, l'Alcazaba, il Teatro Romano e la splendida Cattedrale. Se volete immergervi nei sapori tradizionali di questo luogo dovete visitare il quartiere marittimo di Pedregalejo e provare i tipici spiedini di sardine alla brace. Pernottamento.

2° GIORNO - MALAGA / NERJA, MOTRIL E LA COSTA oppure ANTEQUERA / GRANADA (circa 160 km)
Colazione nel Parador. Potete continuare con la visita di questa vivace città, ricca di scorci incantevoli, oppure partire per la seconda tappa del vostro itinerario che sarà Granada. Per raggiungere Granada avete due possibilità, scegliendo tra due diversi itinerari. Il primo vi porta a passare per la costa potendo sostare e visitare le località di Nerja, una ridente località in cui si susseguono spiagge, baie e scogliere; e Motril, al cui fascino costiero si unisce quello del suo patrimonio artistico. L’altro itinerario, che passa invece all’interno, prevede come unica sosta consigliata quella ad Antequera, una città con una grande ricchezza culturale, il cui centro storico vanta numerosi monumenti ed edifici, alcuni dei quali risalenti all'Età del bronzo come il Dolmen de la Cueva de Menga, il Dolmen de Viera e di Romeral. Arrivo a Granada e sistemazione presso il Parador Nacional de Granada (o similare) per il pernottamento.

3° GIORNO – GRANADA
Colazione nel Parador. Giornata da dedicare alla visita di Granada, ai piedi della Sierra Nevada che, essendo l’ultima città riconquistata dai Re Cattolici nel 1492, ha mantenuto una importante impronta araba. La sua ricca gastronomia, l’artigianato e l’assetto urbanistico, ne testimoniano un glorioso passato. Non è possibile lasciare Granada senza aver visitato i suoi gioielli: l'Alhambra, il suo monumento più emblematico; i Giardini del Generalife ed il Barrio del Albaicin; tutti dichiarati Patrimonio dell’Umanità. Pernottamento.

4° GIORNO – GRANADA / BAEZA / UBEDA (circa 150 km)
Colazione nel Parador. Partenza alla volta di Ubeda con sosta consigliata, poco prima di giungervi, nella cittadina di Baeza, circondata da un’ampia distesa di ulivi, il cui labirinto di vie porta a un centro storico che conserva un’architettura con secoli di storia. Luoghi di interesse per la visita sono la Cattedrale, il Seminario di San Felipe Neri, il Palazzo di Jabalquinto, l’antica Università, la chiesa di Santa Cruz, la fontana dei Leoni e l’arco di Villalar. Baeza è stato il primo luogo di incontro di due grandi della letteratura spagnola: Antonio Machado e Federico García Lorca. Il primo era professore presso l’antica Università e qui conobbe un giovane Lorca che si trovava a Baeza in veste di studente. Proseguimento per Ubeda che conserva uno straordinario complesso rinascimentale. Una speciale menzione per Ubeda (ma per tutta la zona) merita uno dei suoi prodotti di punta: l’olio d’oliva con Denominazione d’Origine Sierra Mágina, utilizzato in moltissimi piatti tipici. Sistemazione presso il Palacio de Ubeda (o similare). Pernottamento.

5° GIORNO – UBEDA / JAEN / CORDOBA (circa 165 km)
Colazione in hotel. Dopo aver completato la visita di Ubeda si può partire per Cordoba. Lungo il tragitto ci si può fermare a visitare Jaen, luogo con il più alto numero di spazi protetti, nonché di castelli e fortezze di tutta la Spagna, che si trova in una zona circondata da oliveti. Arrivo a Cordoba, città millenaria che conserva l'eredità delle diverse culture che vi si sono susseguite nel corso della storia. Sistemazione presso l’Hotel NH Amistad per il pernottamento.

6° GIORNO – CORDOBA
Colazione in hotel. Giornata da dedicare alla visita di Cordoba, capoluogo della provincia omonima, che fu un’importante città romana e uno dei principali centri dell'Islam durante il medioevo. È famosa in tutto il mondo per la sua Mezquita, un’immensa moschea risalente al 784 d.C. caratterizzata da colonne e antichi mosaici bizantini che divenne una chiesa cattolica nel 1236 e alla quale, nel XVII secolo, fu aggiunta una navata in stile rinascimentale. Tra le sue meraviglie, tutte da scoprire, ricordiamo L’Alcazar de los Reyes Cristianos, il ponte romano che unisce le due sponde del Guadalquivir, i bagni arabi, il quartiere ebraico con i suoi vicoli dove, di tanto in tanto, si aprono i famosi "Patios", i cortili silenziosi e colorati che ne caratterizzano il fascino. Cordoba è una gioia per gli occhi e resterete ammirati dalla sua bellezza. Pernottamento.

7° GIORNO - CORDOBA / CARMONA / SIVIGLIA (145 km)
Colazione in albergo. Partenza per Siviglia con la possibilità di effettuare una sosta per la visita di Carmona, situata a pochi chilometri (circa 35) da Siviglia. Carmona spicca per la sua monumentalità e per l’impronta lasciata dalle diverse culture che l’hanno abitata durante la sua lunga storia. Qui si possono assaporare molte tra le ricette più succulente della tradizione Andalusa. Arrivo a Siviglia, città adagiata sulle rive del fiume Guadalquivir che possiede un fascino immenso ed una ampissima eredità architettonica. Pernottamento presso l’Hotel Eme Cathedral (o similare)

8° GIORNO - SIVIGLIA
Colazione in albergo. Intera giornata da dedicare alla visita di Siviglia. Il capoluogo dell'Andalusia è un luogo affascinante che offre cultura ed arte nei suoi numerosi luoghi da visitare ma anche allegria e vitalità nelle vie e nelle piazze del suo centro storico, formato da quartieri i cui nomi sono ormai conosciuti in tutto il mondo come Triana, famoso per il flamenco; e La Macarena. Tra le tante meraviglie da scoprire segnaliamo il Real Alcazar, uno straordinario complesso di palazzi costruito durante la dinastia moresca degli Almohadi; la magnifica Cattedrale Gotica, la più grande di Spagna, che ospita il mausoleo di Cristoforo Colombo; l'imponente Torre della Giralda, originariamente un minareto successivamente trasformato in campanile e uno dei simboli della città insieme alla Torre dell’Oro; il labirinto dei vicoli del tipico Barrio di Santa Cruz; la monumentale Plaza de España e la Plaza de America all’interno del Parco María Luisa; l’Archivio generale delle Indie, uno dei più importanti al mondo; la Plaza de San Francisco; la Calle de las Sierpes con numerosi negozi e bar; la Casa Pilatos, forse il più sontuoso palazzo di Siviglia; la Plaza de Toros de la Maestranza e l'innovativa struttura nota come Setas de Sevilla. A Siviglia, inutile dirlo, anche la gastronomia la fa da padrona e se ne avete voglia potete vivere l'esperienza delle “tapas” nel centro storico o in molte zone popolari; assaggiare un buon “pescaíto” o i “montaditos” , bagnati da un “fino” (vino bianco) o da una “manzanilla” (vino dolce). Pernottamento.

9° GIORNO - SIVIGLIA / CADICE / JEREZ DE LA FRONTERA / ARCOS DE LA FRONTERA (circa 190 km)
Colazione in hotel. Vi consigliamo di partire presto al mattino per sfruttare al meglio la giornata ed avere l’opportunità, lungo il tragitto di visitare altri interessanti luoghi come Cadice, un'antica città portuale costruita su una striscia di terra circondata dal mare e dove è possibile anche assaggiare alcuni piatti tipici della sua gastronomia di stampo principalmente marinara; e Jerez de la Frontera, famosa per la produzione dell'omonimo vino che conserva un bellissimo centro storico. Arrivo ad Arcos de la Frontera e sistemazione al Parador Nacional (o similare) per il pernottamento.

10° GIORNO - ARCOS DE LA FRONTERA / RONDA (circa 90 km)
Colazione in Parador. Mattinata da dedicare alla visita di Arcos de la Frontera, collocata lungo il percorso dei "Pueblo Blancos" e considerata fra le città più belle di Spagna. Arcos è magnificamente arroccata su uno spettacolare promontorio roccioso dove torri, chiese, un intreccio di strade strette e ripide e splendidi panorami sulla valle circostante ne fanno uno dei luoghi più suggestivi della regione. Il suo centro storico, dichiarato Bene di Interesse Culturale, mostra tutta la sua bellezza con semplici case dai muri bianchi che custodiscono il segreto di cortili interni pieni di fiori. Dal punto di vista gastronomico, Arcos offre ottimi legumi e ortaggi, che sono alla base di alcuni dei suoi piatti più tipici come il “Potaje” o ”l’Alboronia” (piatto preparato con zucca, ceci e pomodori). Nel pomeriggio ci si muove alla volta di Ronda e all’arrivo il pernottamento è previsto nel Parador Nacional (o similare).

11° GIORNO - RONDA
Colazione nel Parador. Ronda è una delle città più antiche e belle di tutta l'Andalusia e conserva ancora la sua antica struttura araba, caratterizzata da strade strette e tortuose. La cosiddetta "città dei castelli" sorge ai due lati del Tajo de Ronda, una stretta gola profonda più di 150 metri e si erge su un promontorio naturale. Il suo particolare centro urbano è diviso a metà ed unito da tre ponti: il ponte arabo che fu fatto costruire nel XIV secolo per raggiungere il borgo antico; il ponte vecchio, composto da un unico arco di 10 metri circa di diametro; e l'imponente ponte nuovo, una colossale opera di ingegneria del XVIII secolo che unisce i quartieri del Mercadillo alla città. Di rilievo, oltre al suo interessantissimo centro storico la Plaza de Toros, la più antica di Spagna. La cucina propone saporite ricette locali, come la quaglia stufata, il capretto arrostito o la zuppa di mandorle. Pernottamento.

12° GIORNO - RONDA / MALAGA (circa 115 km)
Colazione nel Parador e partenza per l'aeroporto di Malaga. Se l'orario del vostro volo lo consente potrete approfittarne per effettuare una deviazione e raggiungere la vostra destinazione passando per la Costa del Sol, attraversando località rinomate come Marbella e Torremolinos. All'arrivo all'aeroporto di Malaga riconsegna dell'auto noleggiata e partenza con il volo prenotato.

 

11 pernottamenti nelle strutture indicate con prima colazione,
12 giorni di noleggio auto Gruppo A MCMR (Fiat 500 o similare) con Hertz, Km Illimitati e CDW

 

Il volo, le tasse aeroportuali, spese apertura pratica e assicurazione medico/bagaglio/annullamento, eventuale supplemento per noleggio auto di categoria superiore, pasti e bevande non menzionati nel programma, pedaggi autostradali, carburante, mance ed extra personali, quanto non espressamente indicato nella quota comprende.

I prezzi sono soggetti a riconferma

SU RICHIESTA quotazione Singola e Tripla. Bambini 0-12 anni gratuiti
Supplemento Ponti e Festività

ATTENZIONE! Non è possibile effettuare prenotazioni per questo tour
Gemme Invernali - Self Drive

Gemme Invernali - Self Drive - Islanda

da 555,00 €

Tour Recorriendo Cuba

Tour Recorriendo Cuba - Cuba

da 1.589,00 €

Capodanno a Oviedo e Nord Spagna

Capodanno a Oviedo e Nord Spagna - Spagna

da 833,00 €

numero-verde-big.png

IL MIO EASYWEEK

Password Dimenticata?

Se non sei registrato clicca qui